La Rivista delle Politiche Sociali

la rivista delle politiche sociali

Rivista delle Politiche Sociali

La Rivista delle Politiche Sociali trimestrale, monografico, edito dalla Casa editrice Ediesse, al quale concorrono la Cgil, il patronato Inca e lo Spi.
La Rivista nasce dall’esperienza di due testate. “L’Assistenza Sociale” e “Qualità e Equità”. La prima è la Rivista dell’Inca Cgil che per oltre 40 anni è stata una palestra di dibattito sui temi della sicurezza sociale, la seconda è stata per molti anni la rivista dello Spi Cgil sul welfare. La nuova rivista si pone come luogo di convergenza, di idee, analisi, riflessioni della Cgil, del modo della ricerca e del policy making sui temi del welfare.
La rivista ha una strutturazione monografica e affronta, di volta in volta, un argomento
di particolare interesse nell'ambito della fenomenologia sociale e nel quadro dei processi di riforma e del dibattito sul welfare. Alla luce delle trasformazioni demografiche, sociali e del lavoro, la Rivista delle Politiche Sociali si occupa, in particolare, delle possibili configurazioni e delle scelte di regolazione economica ed istituzionale degli assetti di welfare. I fascicoli, quindi, saranno dedicati a temi come il mercato del lavoro, l’inclusione e la protezione sociale, i sistemi sanitari e i sistemi formativi, i criteri e i meccanismi di finanziamento delle politiche di welfare, i flussi migratori, e molti altri. Degli argomenti trattati  viene considerata sia la dimensione nazionale sia la prospettiva internazionale, attraverso la pubblicazione di contributi individuati per l’elevato grado di significatività.
Ciascun fascicolo è corredato da una sezione di documentazione attinente il tema della monografia. Sono inoltre presenti alcune rubriche fisse: la rubrica Parole–chiave che sviluppa, a partire dal tema centrale del fascicolo, un’analisi legata all’evoluzione del concetto e alle misure di intervento a questo riferite. Con le rubriche Strumenti e Misure si cerca, invece, di rendere in vario modo “applicabili” i concetti trattati dal numero in maniera prevalentemente teorica. Ogni fascicolo contiene, infine, una sezione non monografica (circa 30 pagine) dedicata a temi di evidente rilievo nella discussione socio–politica.